Sorry, your browser doesn't support Java.



Alla fine del Triassico, i rettili poterono decollare nel vero senso della parola. Nel Kirgizistan, nell'Asia centrale Sovietica è stato rinvenuto un fossile davvero interessante, che fu chiamato Sharovipteryx dal nome del suo scopritore, G. Sharov. Era simile ad una lucertola, ma dal fossile rinvenuto si è potuto constatare che lo scheletro era provvisto di due membrane; la prima collegava le zampe anteriori a quelle posteriori e la seconda partiva dalle zampe posteriori e si collegava alla coda. Lanciandosi dagli alberi l'animale allargava queste membrane che permettevano loro di planare anche a lunghe distanze come fanno oggi alcuni scoiattoli volanti.
I primi vertebrati a guardare l'ambiente aereo e ad adattare ad esso il proprio tipo di vita sono stati gli Pterosauri e quelli, va ricordato, non erano nè dinosauri volanti nè uccelli, ma rettili alati che si servivano, per librarsi nel vuoto, di membrane sostenute dal quarto dito degli arti anteriori e unite al corpo all'altezza degli arti inferiori. Sono più o meno le stesse caratteristiche aviatorie del pipistrello, che neppure lui è un uccello bensì un mammifero.
Gli Pterosauri hanno iniziato la loro storia evolutiva nel Triassico superiore (70 milioni di anni prima degli uccelli) diversificandosi in varie forme. Sparirono verso la metà del Giurassico, quindi prima dei dinosauri, e vengono suddivisi in due gruppi principali: i Ranforinchi, muniti di denti e di coda che erano i più antichi e primitivi, e gli Pterodattili, più evoluti, col becco sprovvisto di denti e senza appendice caudale.
Non è da escludere che i vari rettili volanti i cosidetti Pterosauri siano derivati da questi animali attrezzati per il volo planato. La membrana saldata al bordo posteriore degli arti anteriori, si estendeva fino a saldarsi all'ultimo dito. Il successivo allungamento di questo dito avrebbe fatto aumentare notevolmente la superficie dell'ala che sarebbe diventata triangolare. Questa è infatti la struttura dell'ala dell'Eudimorphodon, uno pterosauro ritrovato in un terreno del Triassico proprio in Italia. Questo gruppo di animali sviluppò in seguito la tecnica del volo battente diventando il dominatore dei cieli per i successivi 140 milioni di anni.



Previous - Rettili che si nutrono di organismi marini Paths - Percorsi di navigazione Next - I Paracadutisti

Periodi dell'Era Mesozoica
Triassico|Giurassico| Cretaceo

I Dinosauri da Record

Argomenti del Periodo Triassico
Inizio del Periodo Triassico| L'epoca dei Dinosauri| L'origine dei Dinosauri
Saurischi ed Ornitischi
I primi Dinosauri| I Dinosauri erbivori| Il ritorno al mare
Rettili che si nutrono di Organismi Marini| Rettili volanti e Rettili plananti
I Paracadutisti
Argomenti del Periodo Giurassico
Le ammoniti| I Pesci Lucertola| Il Plesiosauro| I Coccodrilli
Le Piante terrestri del Giurassico| I Dinosauri più grandi
I Brontosauri acquatici|I Dinosauri Carnivori| I Dinosauri Aculeati
Le Mandrie di Erbivori| Rettili volanti rivestiti di Pelliccia
I Mammiferi con Pelliccia| Gli Atolli del Giurassico a Solenhofen
Il primo Uccello: Archaeopteryx| Il Ginkgo

Argomenti del Periodo Cretaceo
Le Praterie del Cretaceo|Artigli| I Mari di Gesso| I Serpenti di Mare
Gli Insetti del Cretaceo| I Primi Fiori| I Dinosauri Corazzati
I Dinosauri Zucconi| I Dinosauri dotati di corna
I Dinosauri a Becco d'Anitra| L'Asilo-nido dei Dinosauri| Il Tyrannosaurus Rex
Duello Mortale| I Dinosauri Struzzo| Una Corazza Particolare
Gli Uccelli dentati del Cretaceo| L'Ascesa degli Uccelli| Il Quetzalcoatlus
I Mammiferi notturni

L'estinzione dei Dinosauri: catastrofe improvvisa o morte lenta?

DinoRings



View my Graphic Web Graphic by Bora

Mail to Bora Sign and View my Guestbook
Affida la tua mail al mio postino...
È lento ma arriva sempre!
Corri anche tu a firmare
il mio guestbook



Quick-Mail
Name:
E-mail:
Message to Webmaster:


Visitors: